Cosa sono i giochi Stem? Scopriamolo insieme!

Imparare divertendosi: giocare con intelligenza, pensando al futuro.

 Ormai se ne parla sempre più spesso: esperti di settore, blog di mamme, genitori influencers, insegnati e chi più ne ha, più ne metta. E voi, avete mai sentito parlare dei giochi STEM?

Scopriamo insieme il loro significato. Il termine deriva dall’anagramma inglese che significa letteralmente: Scienze (Science), Tecnologia (Technology), Ingegneria (Engineering) e Matematica (Mathematics). La mission di questo modo di giocare è quello di integrare queste quattro discipline, per preparare e coinvolgere bambini e bambine nelle professioni del futuro.

 Il grande punto a favore di questa tipologia di giocattoli è la possibilità, per i genitori, di trascorrere del tempo di qualità con i propri bambini. Inoltre aiutano nello sviluppo della abilità, rendendo uno studio di base educativo, un elemento più creativo e appassionante. 

Sono giochi che ci piacerebbe consigliarvi e queste sono le nostre motivazioni: permettono di imparare i principi delle discipline scientifiche, attraverso dei sistemi stimolanti, rafforzando lo sviluppo cognitivo e le abilità logico-matematiche. Tutto ovviamente, giocando e divertendosi. 

Di seguito le nostre proposte per spiegarvi di cosa si tratta, attraverso esempi visivi e dettagliati.

Partiamo dai giochi STEM scientifici che, insieme a quelli matematici, sono indicati anche per i più piccoli che potranno divertirsi giocando e imparando temi come l’astronomia, il corpo umano e gli aspetti più interessanti della natura.

 

Per questa categoria vi segnaliamo due articoli Clementoni molto interessanti e appropriati. Ci collochiamo nella fascia d’età 7-10 anni. Abbiamo scelto La scienza nella serra che rientra nell’ambito della scienza classica. È semplice da assemblare e presenta un sistema di apertura del tetto che ne facilita la modalità di gioco.  Dotato di un sistema di irrigazione a goccia per il risparmio di acqua, permette l’apprendimento del sistema dei vasi comunicanti e un settore dedicato alla germinazione. Contiene un ricco manuale scientifico che guida i bambini alla scoperta dei segreti delle piante. 

Alternativa molto valida è Crea i tuoi Saponi, un profumatissimo kit scientifico per creare saponi artigianali! Il gioco contiene l’occorrente e le materie prime utili a sperimentare e divertirsi con tanti prodotti profumati. Contiene un manuale completo di piccoli esperimenti da eseguire in totale sicurezza!

Per quanto riguarda invece l’aspetto dell’Ingegneria, i giochi STEM stimolano la curiosità utilizzando strumenti relativamente semplici come la costruzione e la meccanica. In questo caso, saliamo con la fascia d’età sui 10-16 anni con una novità del secondo semestre Lego. Parliamo della Volvo Ruspa gommata Zeux, articolo 42081.

Cosa puoi fare con questo oggetto di ingegneria? Il divertimento è assicurato per grandi e piccini. Potrai regolare il contrappeso per compensare il carico, azionare l’enorme braccio e la benna in modo indipendente o simultaneo. Inoltre è un modello 2 in 1, trasformabile in un futuristico Trasportatore Volvo Concept PEGAX. Impossibile resistere!

Ed eccoci alla categoria, anch’essa molto amata, della Tecnologia. I protagonisti indiscussi di questa categoria sono senza alcun dubbio i Robot che da sempre esercitano un grande fascino su tutti i bimbi (e anche sugli adulti in realtà!). Il successo di questo aspetto è direttamente proporzionale ad un modo intelligente di giocare. Un’alternativa sempre apprezzata è quella di scoprire il funzionamento dell’elettricità. 

Vi segnaliamo il Robot per eccellenza, Mindstorms EV3 Lego 31313. Si tratta addirittura di un modello 17 in 1: scegli un robot da costruire, programmalo con l’app ev3 programmer e guarda i tuoi robot prendere vita! Infine puoi controllare il tuo robot da device e programmarlo su pc o mac.

Gioco molto diverso, ma ugualmente interessante è L’elettricità, Clementoni, per scoprire e realizzare oltre 90 circuiti elettrici in piena sicurezza. Tante le attività contenuto per scoprire i segreti dell’elettricità e apprendere il funzionamento di molti componenti come l’amplificatore, il microfono ed il motore elettrico.

Il nostro percorso si conclude con la Matematica in tutte le sue forme. È il quarto pilastro dei giocattoli STEM, ovvero rappresenta tutto il mondo della logica, del problem-solving e del calcolo, sempre tenendo un punto fermo: imparare divertendosi. I giocattoli di questa categoria permettono di sviluppare quello che si chiama CODING, il linguaggio del futuro che serve a organizzare le idee e sviluppare un pensiero logico.

Prendiamo in questo caso esempio dalla linea HEADU, andando incontro ad una fascia d’età adatta anche per i più piccoli, diciamo dai 3 ai 6 anni di età. Consigliamo il Gioco dei Contrari in cui il bambino osserva e confronta più elementi, individua analogia e differenze, prendendo dimestichezza con il concetto di contrario. Stimola il pensiero logico di confronto e la memoria visiva.

Per la fascia d’età 4-8 anni pensiamo sia molto stimolante il Gioco del Coding, originale e divertente, utile per avvicinare i bambini, in modo semplice, al mondo dell’informatica attraverso strumenti a disposizione per risolvere un problema e per programmare una serie di azioni-istruzioni efficienti. Si posiziona nell’area del coding e del pensiero computazionale. Rafforza concetti topologici e di orientamento spaziale, di problem solving e di socializzazione e rispetto delle regole. Headu comprende moltissime linee adatte ai più piccoli, compresa una dedicata esclusivamente ai giochi Montessori.

Questi i nostri consigli per far avvicinare i bimbi ai principi scientifici di base, tramite esperimenti sicuri e divertenti. Se anche tu vuoi far vivere ai tuoi figli un momento di apprendimento coinvolgente, ti aspettiamo nei nostri punti vendita Mornati Paglia per scoprire tutti i giocattoli STEM disponibili e scegliere quello che più fa per te e per i tuoi bimbi!